Archivio per dicembre 2009

il marito della parrucchiera

21 dicembre 2009

Secondo incontro per parlare della prima puntata del telefilm. È venuto anche Lluis, a cui è stato subito assegnato il ruolo di marito fedifrago della parrucchiera. Fedifrago perché oltre a fare spesso il cascamorto con le clienti, sembra che passi anche dalle parole all’azione. Karelia, quindi, è lì per vendicarsi dall’amante che promette promette, ma di lasciare la moglie non sembra aver nessuna intenzione. Gizmo probabilmente sarà l’interprete del gatto (voi riuscite a capire cosa dicono i gatti? Io no, invece Gizmo ha dato prova di dominare il linguaggio gattuno) e ci sarà una violenta lite tra la parrucchiera e il marito. Non dico altro per non rovinarvi la sorpresa.

come potete vedere, il servizio tecnico ha iniziato a creare la scenografia

Annunci

Italianiamo… continua

10 dicembre 2009

Martedì Gizmo, Paloma e Karelia sono venute al consueto appuntamento e abbiamo iniziato a discutere il prossimo progetto di italianiamo. L’idea è fare dei brevi filmati assieme, inventarci una storia, creare i personaggi (che abbiamo deciso che non saremo “noi” in modo da avere più libertà), scrivere i dialoghi e… filmarlo!

Siamo partite quindi cercando un modello, un film o telefilm al quale ispirarci… abbiamo deciso che ci potranno essere salti nel tempo (un po’ come in Ritorno al futuro) che i personaggi potranno essere uomini, donne o animali (adesso che ci penso, non abbiamo preso in considerazione personggi-cose…) che sarà un po’ “giallo”, con dei misteri o dei casi da risolvere, ma ci saranno anche scene romantiche (Lluis… abbiamo bisogno di te!!!), ci potranno essere “ospiti speciali” (gli amici italiani di Lluis, Gizmo, Karelia e Paloma), ci sarà un gatto detective, ci sarà una scena di salvataggio al mare, perché Karelia ci ha fatto vedere la sua animation Bay Watch, che è così carina, ma così carina che vogliamo assolutamente usarla… insomma, grandi progetti e grandi idee.

Per ora non dico di più, altrimenti vi rovino la sorpresa. Solo che la prima storiella sarà ambientata da un parrucchiere, e ci sarà un furto… ma magari no.

Non vedo l’ora che arrivi martedì per continuare a lavorare a questo progetto. E sì, sembra proprio che Italianiamo continuerà.

visto che mi sono dimenticata di fare almeno una foto... ne metto una del martedì precedente

Karelia mi ha passato 3 foto dell'incontro. Grazie Karelia!

Karelia mi ha passato 3 foto dell'incontro. Grazie Karelia!

Italianiamo è finito… continuerà?

6 dicembre 2009

Chi mi conosce bene sa che negli ultimi tempi ero abbastanza critica con quello che facevo a Italianiamo. In realtà, continuavo solo perché mi dispiaceva “abbandonare” gli italiananti. Insomma, più per correttezza verso di loro che per passione.

Con ciò non voglio dire che tutto quello che abbiamo fatto ad italianiamo in questi mesi sia da buttare: al contrario. Per me è stata un’esperienza interessantissima, qualcosa che volevo e dovevo fare da tempo, e credo che tutti, sia io sia i partecipanti alle attività, abbiamo imparato molto.

Ma vediamo quali sono i problemi della formula “italianiamo”:

Eccessivo “peso” di Anna Begonia: è lei che decide cosa si fa, dove si va, di cosa si parla. Ed è spesso lei a “dirigere” in un certo modo la conversazione. Quindi le attività alla fine sono poco “student centered” e molto “teacher centered”.

Scarso uso della lingua nelle “gite”: se ci pensiamo bene… è logico. È un po’ come qualcuno che, mentre guardiamo un film, ci sussurri: “che te ne pare?” Quando ci guardiamo intorno, esploriamo un posto, recepiamo stimoli visivi siamo troppo occupati per parlare. Se inoltre dobbiamo pure camminare, volare, usare i camera controls, etc… non ne parliamo.

Role play express: ha senso fare l’introduzione al tema, vedere le strutture e il lessico che ci serviranno e fare il roleplay in circa 90 minuti? Non sarebbe meglio dividerlo in due parti in modo da poterlo sfruttare meglio, e in modo che “serva”?

Da sempre penso che per imparare una lingua bisogna fare qualcosa con questa lingua. Qualcosa che ci piaccia, ci entusiasmi, ci coinvolga. Qualcosa che ci obblighi anche, ovvio, ad usare la lingua, a discutere, a metterci d’accordo, a prendere decisioni. La lingua diventa quindi un mezzo per fare qualcosa che vogliamo fare…mhm non è forse questa la ragione per cui parliamo, nella maggior parte dei casi, nella nostra vita reale?

Italianiamo fase 1 è finito. Continuerà?

Conferenza di Mario Gerosa su mondi virtuali e realtà aumentata

6 dicembre 2009

Englis version below

Il prossimo lunedì 14 dicembre, alle 1:30 pm SLT si terrà la conferenza Mondi Comunicanti, con Mario Gerosa.

L’evento, condotto da Zogia Zabelin si terrà su PyramidOSita (su Cyberlandia, la Opensim italiana) e verrà trasmesso in streaming   su Comunità 1 (Cyberlandia), in diverse land di SL e sul web in modo da permettere a tutti di poter assistere e interagire via chat.

Per dare l’opportunità a tutti poter partecipare a questo interessante evento, nelle a Comunità 1 (Cyberlandia) e a Solaris Island (Second Life) sarà disponibile un servizio di traduzione in inglese.

Trovate tutte le informazioni e le slurls qui e qui:

In English:

On Monday 14th of December, at 1:30 pm SLT, Mario Gerosa will speak about Second Life, social network and aumented reality in the conference Mondi Comunicanti (connected worlds).

The event will be held in PyramidOSita, in the italian Open Sim Cyberlandia, and will be hosted by Zogia Zabelin. To give the opportunity to a larger pubblic to assist, it will be broadcasted in Cyberlandia, in Secondlife and on the web.

Both on Cyberlandia (Comunità 1) and in SL (Solaris Island) the conference will be translated in English in chat.

You will find here all the location: http://groups.google.it/group/cyberlandiacafe/web/cross-universe-con-mario-gerosa-11-12-09-a-pyramidosita?hl=it

For further information and a brief abstract (in English and Italian) of the conference: http://thepyramidcafe.ning.com/profiles/blogs/crossuniverse-con-mario-gerosa-1