Archivio per settembre 2009

italianiamo cresce

27 settembre 2009

Italianiamo è diventato più grande. Si è liberato uno spazio vicino e ho colto l’occasione al balzo.

Quindi più prims, meno lag, più spazio.

Annunci

Genova, la Superba

22 settembre 2009

Lunedì abbiamo avuto un’ospite: Cvetka Nacht, Giuliana Perco in RL, una collega che insegna italiano negli Stati Uniti e che, udite! udite!, porta i suoi studenti in SL su esplicita richiesta della sua università. C’è ancora speranza, quindi, per noi che sperimentiamo in SL: forse un giorno potremmo insegnare lingue usando ufficialmente il metaverso.

Ma vediamo cosa abbiamo fatto. Da tempo avevo adocchiato la Sim Il porto antico di Genova – Zenazone. In realtà si può dire che l’ho vista nascere, non ricordo se nel 2006 o all’inizio del 2007, ed era un po’ che rimuginavo su come utilizzarla per un’attività di Italianiamo. Avevo già fatto il giro turistico improvvisato (Puglia), non potevo pretendere di avere una piacevole sorpresa come in Sardegna, e chiaramente mi rifiutavo di fare io da guida e sommergere i miei poveri italiananti in un mare di parole.

Ho cercato quindi di fornire informazioni e allo stesso tempo stimolare la conversazione invitando prima, nella parte introduttiva, a discutere sulla certezza o meno di alcune affermazioni su Genova, e  poi fornendo degli indizi e chiedendo loro di trovare il posto o il monumento a cui si riferivano.

Il builder e altri dello staff di Zenazone si sono uniti a noi, e ci hanno accompagnato nel gioco. Grazie a loro abbiamo potuto nuotare assieme al polpo del sindaco e siamo riusciti ad atterrare sani e salvi vicino alla lanterna.

Karelia, che era stata a Genova l’estate scorsa, ha messo in dubbio la correttezza dell’ubicazione del galeone usato per il film Pirati dei Caraibi, e ne è scaturita una divertente discussione con GiGiOS Hax con tanto di prove fotografiche.

La foto di Karelia

La foto di Karelia

la prova di Gigios

la prova di Gigios

Mi scuso per le finestre e finestrelle aperte, ma il mio schermo in SL normalmente è così.

Una carellata di genovesi illustri (e la ricetta della focaccia spiegata con un bellissimo accento genovese!).

Obiettivo mancato

16 settembre 2009

Lunedì scorso siamo andati a visitare la land del Grillo in Testa. È una land ben nota tra molti partecipanti di Italianiamo, e volevo fare un esperimento.

Invece di chiedere agli italiananti di “prepararsi” (o leggendo informazioni su un tema concreto o visitando una land determinata) per poi parlarne assieme, cosa che non ritengo fattibile per il modello dei nostri incontri, molto informale, avevo pensato di provare a “utilizzare” un posto che frequentano spesso per renderli più protagonisti dell’attività.

Devo ammettere che avevo parecchi dubbi: in primo luogo, il senso di una visita in gruppo in un posto dove possono andare quando vogliono e dove hanno già possibilità di chiacchierare in italiano grazie all’estrema disponibilità della comunità che lo popola.

In secondo luogo, quella è la loro SL, il loro territorio, i loro amici. Perché mai dovrei intromettermi?

Infine, in genere ho notato che quando i madrelingua sono più di due o in un qualche modo superano il numero degli apprendenti, per questi ultimi è difficile intervenire e partecipare alla conversazione. Tranne alcune eccezioni (in genere insegnanti, e quindi abituati a comunicare in situazioni e contesti diversi) gli interventi spontanei sono minimi. È necessario porre domande precise, dirette direttamente a loro, perché si lancino a chiacchierare. Anche così, i più timidi passano la maggior parte del tempo ad ascoltare (esercizio utile, senza dubbio, ma vorrei che il lunedì sera fosse per loro un’occasione di uso attivo della lingua).

E poi… lo ammetto, in questi casi parlo troppo… persino più del solito, il che la dice lunga.

Comunque, le ipotesi vanno verificate, e allora lunedì siamo partiti alla volta di “il Grillo in testa”.

Eravamo meno del solito (primo indizio di conferma), siamo stati accolti calorosamente dai nostri ospiti, io ho parlato troppo (prevedibile), i temi trattati sono stati la libertà di stampa (tema di forte attualità in Italia) e dell’economia in questi tempi di crisi nei vari paesi di provenienza. Abbiamo scoperto che in Norvegia si vive molto bene e abbiamo cercato di convincere Holy ad ospitarci in massa, senza molto successo, bisogna ammetterlo. Alcuni non hanno detto una sola parola in tutta la serata :o(.

Obiettivo (far sì che gli italiananti fossero più attivi, protagonisti e che “dirigessero” loro la serata) mancato.

Il video è un po’ statico, ma non ho altre immagini.

Giochiamo!

8 settembre 2009

Questo lunedì abbiamo fatto una specie di gymkhana (si scrive così? Come cavolo si scrive?) ad italianiamo, ossia una serie di prove da svolgere assieme per raggiungere il … tesoro!

Per la prima prova, ci si sedeva sulle sloodle quiz chair e si rispondeva a delle domande di cultura italiana… a ogni domanda corretta la sedia si alzava un po’ in modo da permetterci di raggiungere la piattaforma elevata. Non tutti sono riusciti a “sollevarsi” tanto, ma visto che abbiamo il teleport… ;o)

Una volta arrivati sulla piattaforma, ci siamo trovati di fronte una grande porta molto antica. Per aprirla bisognava risolvere un indovinello. Quindi si passava a una seconda zona sbarrata da un’enorme muro di cubetti. Nascoste tra le lettere dei cubetti c’erano delle parole con cui abbiamo dovuto formare una frase per far crollare la barriera. Nella seguente zona ci aspettava una prova di vocabolario: digitando in chat nome esatto degli oggetti che apparivano sul cubo si ottenevano delle lettere e anagrammando le lettere, in modo da scoprire la parola segreta, apparivano su un cartello le istruzioni per trovare il tesoro.

Il tesoro era nascosto in un labirinto, sotto la piattaforma!

A parte qualche problema di script, direi che l’esperienza è stata positiva: il gruppo ha lavorato molto bene assieme, ha risolto tutte le prove, e i nostri ospiti italiani sono stati bravi e non hanno suggerito troppo :o)

Vi lascio il video: manca la prima parte perché come al solito me ne ero dimenticata, così come mi sono dimenticata di “accendere” la luce, ed è tutto un po’ scuretto.

Se volete rifare il quiz (quello con le sedie) ho lasciato un paio di sloodle quizchair nella sede di Italianiamo. Se non funzionano ditemelo: quelli di Sloodle stanno lavorando un sacco e continuano a rilasciare nuove versioni.

Quattro chiacchere fra amici

2 settembre 2009

Italianiamo ha ripreso dopo la pausa estiva. Nel nostro primo incontro avremmo dovuto parlare di vacanze, d’estate, di cosa abbiamo fatto e dove siamo andati, e invece alla fine abbiamo discusso del futuro di SL, delle  differenze tra SL e i vari network che imperversano negli ultimi tempi, e del perché ci piace questo mondo virtuale.

L’origine della discussione è stato l’articolo uscito sul Corriere della Sera qualche giorno fa e le varie reazioni e controarticoli che l’hanno seguito.

Il dibattito è stato interessante perché oltre al “nucleo duro” degli italiananti (Lluis, Karelia e Gizmo) c’erano anche due ospiti italiani doc e un nuovo acquisto: Holy Phyton. Quindi le nostre esperienze, le comunità che frequentavamo, le nostre sensazioni in SL erano molto diverse, ma molti sono stati d’accordo che la forza di SL è la creatività dei propri residenti.

Se ti interessa il dibattito in corso nella comunità italiana su SL, eccoti qui un paio di links.

Second Life adesso si spopola. “Vivo” un avatar su 40

Second  Life morta? Solamente in italia

Second Life e le sue regole (e post seguenti)

Per il corsera (che ci cita) Sl è morta